Ti trovi in:

Home » Territorio » Vivere a Pomarolo » Associazioni » Consorzio Irriguo di Savignano

Menu di navigazione

Territorio

Consorzio Irriguo di Savignano

di Mercoledì, 08 Gennaio 2014 - Ultima modifica: Martedì, 03 Gennaio 2017
Immagine decorativa
Indirizzo
Fraz. Savignano - Pomarolo
CAP
38060
Referente
Pedrotti Daniele
Ruolo del referente
Presidente
Indirizzo del referente

Fraz. Savignano, 15/B

Scheda

INFORMATIVA SUL CONSORZIO IRRIGUO DI SAVIGNANO

Il Consorzio Irriguo di Savignano è persona giuridica privata (C.C. art. 863), è stato costituito ai sensi e per gli effetti degli articoli 55 e 71 del Regio Decreto n. 215 del 13 febbraio 1933, con Decreto del Presidente della Repubblica in data 28 dicembre 1958, registrato alla corte dei Conti il 26 gennaio 1959.

Rientrano negli scopi del Consorzio l'esecuzione e la gestione delle attività e le altre opere di miglioramento di cui all’articolo 43 del Regio Decreto 13 febbraio 1933, numero 215 e successive modificazioni, nonché le attività previste dalle leggi nazionali e provinciali vigenti.

In particolare il Consorzio ha lo scopo di provvedere, nell’interesse generale, alla progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione delle predette opere di miglioramento fondiario, di migliorare l’utilizzazione agricola e forestale delle particelle fondiarie consorziate, di favorire il riordino fondiario, la difesa del suolo e la regimazione delle acque.

Il suo perimetro consortile, sebbene inizialmente fosse meno esteso, attualmente copre una superficie che supera i 150 ettari, tutti nel comune amministrativo di Pomarolo, più specificamente nei comuni catastali di Pomarolo I°, Pomarolo II° e Savignano I°.

La superficie irrigata dal Consorzio con il sistema a goccia ammonta a circa 77 Ha, divisa tra i tre comuni catastali.

I Soci, circa trecento, sono naturalmente i proprietari dei fondi ricompresi all’interno del catastino consortile.

Dopo la sua costituzione, nel 1958 era stato predisposto un progetto per l’irrigazione dei fondi di Savignano, ma per vari motivi non si è concretizzato; è quindi seguito un periodo di stasi e di non operatività del Consorzio.

Nel corso dei primi anni ottanta, grazie alla volontà dei proprietari dei fondi di Savignano e il sostegno di alcuni Amministratori Comunali, il Consorzio è stato reso operativo con il rinnovo del Consiglio dei Delegati; si sono quindi redatti nuovi progetti e realizzato, nel corso di questi ultimi trent’anni diversi interventi, di cui i più significativi sono:

- alcune ricerche idriche nella zona di Servis che, per la particolarità orografica del territorio, sono state piuttosto avare di soddisfazioni;

- la realizzazione, nel corso degli anni 1989-1991 dell’impianto irriguo a Savignano e Servis;

- la successiva sistemazione di alcune strade rurali, che hanno permesso ai Soci la coltivazione dei fondi in sicurezza;

- la realizzazione di un secondo serbatoio di accumulo a Savignano;

- un successivo ampliamento dell’impianto irriguo nella zona di Servis nel corso dell’anno 2000;

- un ulteriore ampliamento del perimetro consortile al fine di soddisfare le richieste dei Soci della zona di Pomarolo;

- infine, nel corso degli anni 2006-2008, la realizzazione dell’impianto irriguo alle zone di Pomarolo con il contestuale potenziamento dell’impianto di Savignano.

La sintonia d’intenti tra la Presidenza del Consorzio il Consiglio dei Delegati e i Soci, unita ad una corretta e imparziale gestione rispettosa dei disposti statutari, ha permesso di portare a compimento opere sicuramente impegnative, importanti e necessarie per i territori facenti parte del catastino consortile.

Deve essere doverosamente riconosciuto, al fine del raggiungimento degli obbiettivi posti, il sostegno ricevuto dall’Amministrazione Provinciale e dai suoi Funzionari, che con disponibilità hanno sempre supportato e consigliato l’attività del Consorzio. Lo stesso riconoscimento va rivolto anche alle varie Amministrazioni comunali di Pomarolo e loro Funzionari, per il fattivo sostegno e disponibilità dimostrata. Un ringraziamento alla Cassa Rurale di Rovereto, alla quale il Consorzio è ricorso nei momenti più difficili ricevendo aiuto e sostegno.

Si coglie infine l’occasione per ringraziare tutte le Imprese locali che hanno svolto i lavori per il Consorzio, i vari Professionisti che hanno collaborato alla realizzazione delle opere, con un particolare ricordo per l’indimenticabile ing. Germano Barberi, scomparso prematuramente.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam